Novembre 2007
/ rischi ambientali

possono contribuire

alle malattie

cardiache e all'ictus.

Cli anziani devono

ridurre la minima

I'esposizione ai

rischi ambientali,

come I'inquinamento

atmosferico,

I'arsenico, II piombo

ed II  caldo eccessivo.
                             I   rischi  ambientali
                             influiscono  fortemente
                             sul  cuore
                             Informazioni per gli anziani e coloro  che se ne
                             prendono euro

      Sapevate che i rischi ambientali
      possono contribuire alle malattie
      cardiache e all'ictus? Questa
      scheda informativa riassume
i fattori ambientali ed il loro effetto
sulla salute degli anziani. Offre inoltre
suggerimenti su come gli anziani
possono ridurre al minimo I'esposizione
agli agent! inquinanti present! nell'aria
e nell'acqua che possono contribuire
alle malattie cardiache e all'ictus o
peggiorarne i sintomi.
Le cardiopatie rappresentano la
principale causa di decesso negli
Stati Uniti, mentre I'ictus si colloca
al terzo posto, costando alia nazione
diverse centinaia di miliardi di dollar!
I'anno. Secondo dati del CDC (Center
for Disease Control - Centre per il
controllo delle malattie) nel 2001
700.000 persone  sono decedute di
cardiopatia, owero il 29% di tutti i
decessi awenuti negli USA.

I fattori ambientali
contribuiscono alle malattie
cardiache e all'ictus

Inquinamento  dell'aria in
ambient! chiusi
Le persone che trascorrono lunghi
period! di tempo  in casa sono
spesso le piu sensibili agli effetti
dell'inquinamento dell'aria negli
ambient! chiusi. Vari studi indicano
che gli anziani trascorrono fino al 90%
del proprio tempo in  casa al chiuso.
L'aria negli ambient! chiusi e costituita
da una miscela di agent! contaminant!
che penetrano dall'ambiente esterno
o sono generati in casa. L'aria di casa
pub contenere fumo di seconda
mano, vapori provenienti dai comuni
prodotti domestic! per la pulizia e
persino monossido di carbonio. Quest!
agent!  contaminant! possono essere
pericolosamente tossici, soprattuttq per
i soggetti a rischio di ictus e malattie
cardiache.
Fumo. Il fumo passive e uno dei
peggiori inquinanti degli ambient!
intern!.  E ben noto che il fumare
contribuisce alle cardiopatie ed all'ictus,
tuttavia I'inalazione di dosi equivalent!
di fumo passive e ugualmente dannosa.
Le stufe a legna e i caminetti possono
generare fumo  che contiene piccole
particelle di carbonio. Queste, a loro
volta, possono provocare dolore
toracico e palpitazioni, respiro corto e
affaticamento, soprattutto nei soggetti
anziani  cardiopatici.1

Prodotti casalinghi. Se usati in
modo sbagliato, alcuni prodotti per la
casa possono essere molto pericolosi
per i cardiopatici. I vapori emanati
dai prodotti utilizzati per la pulizia,
vernici,  solvent! e pesticidi richiedono
un'aerazione adeguata e un'esposizione
limitata per minimizzare gli effetti
nocivi.
I fumi emanati  dai solvent! per vernici,
come spirito di petrolic, trementina,
metanolo e xilene sono nocivi per
cuore e polmoni e contribuiscono
alle aritmie. Sebbene le vernici a
base di piombo siano vietate, in
molte abitazioni costruite prima del
1978 sono state utilizzate vernici al
piombo. Bisogna prendere le dovute
precauzioni durante le ristrutturazioni
per minimizzare la formazione di
polveri o frammenti che rappresentano
un serio pericolo per la salute, inclusa
I'ipertensione.
Gli avvelenamenti da  pesticidi risultano
spesso  provocati dall'esposizione a fumi
tossici o insetticidi. I sintomi di questo
tipo di awelenamento includono
aritmia  o bradicardia.2 In casi gravi
I'esposizione pub contribuire all'infarto

-------
o persino alia morte.
Monossido di carbonic. II monossido di carbonio
(CO) e un gas invisibile e inodore: si tratta di un agente
inquinante pericoloso in  quanta difficile da  rilevare.
E particolarmente pericoloso per i soggetti affetti da
cardiopatia, arterosclerosi o insufficienza cardiaca
congestizia in quanta limita significativamente [TLD note:
End of page one] la capacita del sangue di veicolare
I'ossigeno. Per un cardipatico, I'esposizione  a livelli anche
bassi di CO pub scatenare I'angina, I'aumento delle
aritmie e rendere difficile I'esercizio fisico.3 Le font! di CO
includono fumi provenienti da caldaie, scaldabagni, forni,
essiccatori, termosifoni a  gas, caminetti, stufe a  legna
ed i gas scarico di auto in moto con la porta del garage
chiusa.

Inquinamento dell'aria esterna
Gli anziani a rischio di cardiopatia e ictus possono
trarre beneficio da una riduzione del contatto con aria
contaminata da  materiale particolato e gas di scarico.
Contaminazione da particelle. Le particelle di
fuliggine sospese nell'aria possono rappresentare un
rischio soprattutto per i soggetti affetti da cardiopatia,
broncopatia cronica ostruttiva e asma. Gli autoveicoli, le
central! elettriche, le ciminiere e gli incendi  rappresentano
alcune delle sorgenti di queste particelle, alcune delle
quali vengono emesse nell'aria come tali, mentre altre
si formano a seguito di reazioni chimiche complicate
nell'atmosfera. Sospinte dal vento, le particelle sono in
grado di viaggiare da centinaia a migliaia di chilometri dal
luogo di emissione.
Traffico. Anche  il tempo  trascorso nel traffico e stato
associato all'insorgenza di infarti4, sebbene  non si sappia
se il motivo sia rinquinamento dovuto al traffico (ad
es. inquinamento da particelle, ossido di carbonic), allo
stress provocato dal traffico stesso o ad altri fattori di
rischio.
Gas inquinanti. Ozono,  anidride  solforosa e biossido di
azoto sono altri component! important! dell'inquinamento
atmosferico associati ad effetti nocivi sulla salute. L'ozono
e fortemente irritante per i polmoni e le vie respiratorie e
pub provocare dolore toracico che spesso viene confuso
con un infarto.

Acqua potabile
Secondo diverse fonti, I'acqua potabile contiene vari
metalli che possono contribute all'insorgenza di
cardiopatie o aggravarne  i sintomi.
Piombo. L'esposizione pub provocare un aumento della
pressione arteriosa. Sebbene la maggior parte delle
persone risulti esposta a  seguito di contatto con polvere
di vernice al piombo, I'acqua potabile rappresenta
un'ulteriore fonte di esposizione. Sebbene I'acqua
proveniente dall'acquedotto comunale deve rientrare
entro i limit! stabiliti dall'ente per  la tutela dell'ambiente
(EPA - Environmental Protection Agency) relativi al
piombo, I'acqua del rubinetto pub tuttavia superare
i livelli consentiti a causa del piombo presente nelle
vecchie tubature.
Arsenico. L'esposizione a lungo termine a livelli elevati
di arsenico, un elemento naturale che si trova nell'acqua
potabile in alcune zone del paese, pub danneggiare
il cuore. L'ente per la tutela dell'ambiente (EPA) ha
stabilito uno standard per gli acquedotti pubblici per
salvaguardare la popolazione contro I'esposizione a livelli
elevati di arsenico. Se I'acqua potabile proviene invece da
un acquedotto private o da un pozzo, fare riferimento alia
sezione "Misure possibili" per ulterior! informazioni su
come limitare I'esposizione.

Event! di caldo eccessivo
Gli event!  di caldo rappresentano period! prolungati
in cui la temperatura supera di almeno 10 F (5,5C)
la temperatura massima media di una determinata
regione. Il colpo di calore e il piu grave di tutta una
gamma di effetti sulla salute provocati dall'esposizione
a temperature eccessive.  Si verifica quando viene a
mancare il sistema di termoregolazione deH'organismo
da cui consegue un rapido  aumento della temperatura
corporea.  Il colpo di calore  e caratterizzato da pelle
calda, secca ed arrossata  e  dall'assenza di sudorazione.
Altri segnali di awertimento sono: stato confusionale e
allucinazioni. Il colpo di calore e una  condizione molto
seria che richiede un pronto intervento  medico (chiamare
il 911 o portare la persona  al pronto soccorso). In
mancanza di cure, il colpo di calore pub provocare danni
seri e permanent! agli organ! vital!, disabilita permanente
o decesso.
La cardiopatia e I'ictus danneggiano i meccanismi di
termoregolazione, per cui tali pazienti sono piu vulnerabili
durante gli event! di caldo eccessivo.  L'assunzione di
alcuni farmaci pub rendere I'individuo piu suscettibile al
caldo, per esempio gli anti-depressivi e alcuni farmaci
circolatori.
Durante gli event! di  caldo eccessivo, I'aria condizionata
offre la migliore protezione contro i disturb! e i decessi
legati al caldo. Anche il trascorrere poche ore al giorno
in un ambiente climatizzato pub ridurre notevolmente
il rischio. E stato dimostrato che i ventilator! sono
efficaci solo  se la temperatura ambiente e inferiore
alia temperatura corporea. Sebbene possano offrire
un sollievo, quando la temperatura supera i 35 gradi
i ventilator! elettrici non solo non evitano i disturb!
provocati dal caldo, ma potrebbero persino essere
dannosi.

Incoraggiare interventi da parte delle autorita
local!

Le autorita local! dovrebbero intraprendere le seguenti
attivita per ridurre i rischi e divulgare  le precauzioni
indirizzate agli anziani.

  Promuovere normative anti-fumo nei luoghi
  pubblici. Vietando il fumo nei luoghi pubblici
  (ristoranti, bar e parchi) le comunita possono limitare
  I'esposizione al fumo passive.

  Promuovere sistemi di  allerta e risposta precoce
  nel caso di caldo eccessivo. Quest! sistemi possono
  facilitare I'identificazione  delle probabili situazioni
  di  emergenza caldo, avvertire i resident! e fornire
  assistenza agli individui a rischio.

  Assicurare che le prevision! relative all'indice di
  qualita dell'aria siano divulgate e seguite. L'indice

-------
I

I

I

I

I

I

I

I

I

I

I
I
Misure possibili per facilitare il
controllo  di cardiopatie e ictus

Uno stile di vita sano e il modo migliore per prevenire
le cardiopatie e I'ictus. Inoltre, agli anziani si  consiglia di
limitare il contatto con i fattori di rischio ambientali e di
incoraggiare le autorita local! ad adoperarsi per ridurre
tali  rischi.


Limitare il contatto con  i fattori ambientali
  Non permettere al fumo di penetrare in casa.
  Evitare il fumo di tabacco. Invitare i fumatori ad uscire
  all'aperto prima di fumare. Evitare ristoranti, bar e
  luoghi pubblici  in cui sia consentito fumare. Non
  utilizzare o limitare I'uso di stufe a legna e caminetti.
  Fare attenzione quando si lavora in casa.
  Migliorare I'aerazione  durante la tinteggiatura
  pianificando il lavoro in modo da  poter lasciare
  aperte le finestre ed usare ventilator!  mentre si
  pittura. Riposare frequentemente all'aperto durante
  la tinteggiatura  ed evitare  per divers!  giorni le  stanze
  con pittura fresca.
  Prima di restaurare una casa costruita prima del
  1978, prendere le precauzioni necessarie per evitare
  I'esposizione  alle vernici a base di piombo. Non
  usare sabbiatrici a nastro, torce a gas, pistole ad aria
  compressa o  carta smerigliata per rimuovere vernici
  a base di piombo per evitare di generare eccessive
  quantita di polveri e fumi contenenti  piombo.
  Se occorre  usare pesticidi, leggere sempre le etichette
  di awertimento  e seguire tutte le  precauzioni  e
  restrizioni. Adottare misure protettive nel manipolare
  i  pesticidi, seguire le indicazioni ed indossare guanti
  impermeabili, calzoni  lunghi e camicie a maniche
  lunghe. Cambiarsi gli indumenti e lavarsi le man!
  subito dopo aver applicato i pesticidi. Lavare
  separatamente  gli indumenti esposti  ai pesticidi.
  Evitare I'awelenamento da ossido di carbonic.
  Non lasciare mai in moto la macchina in garage,
  anche con  la  porta del garage aperta. Tenere
  ben regolati i dispositivi a  gas.  Installare ed usare
  dispositivi di aspirazione. Ogni autunno, rivolgersi
  ad un tecnico qualificato per ispezionare,  pulire e
  regolare I'impianto di  riscaldamento (caldaie, canne
  fumarie e camini). Installare rilevatori  di monossido di
  carbonic in tutta la casa.
  Ridurre I'esposizione al traffico e
  all'inquinamento atmosferico all'aperto. Prestare
  attenzione  alle  prevision! metereologiche  relative
all'indice di qualita dell'aria (AQI) per capire se
sussistano condizioni sfavorevoli per i gruppi sensibili.
Rivolgersi al proprio medico per capire se occorre
abbassare il livello di attivita qualora I'indice fosse
elevato. Impostare il climatizzatore sulla  modalita
di ricircolo e tenere chiuse le finestre in  presenza
di fumo dovuto ad incendi in abitazioni vicine o nei
boschi. Ridurre il tempo trascorso nel traffico. Evitare
le attivita e limitare I'esercizio fisico nelle vicinanze di
strade con traffico.
Evitare lo stress da caldo. Usare il climatizzatore
o recarsi presso edifici nella  propria comunita
prowisti di aria condizionata. Fare una doccia o
un bagno freddo. Indossare abiti leggeri  e larghi
di colore chiaro.  Chiedere al medico se i farmaci
eventualmente assunti aumentano il rischio di
contrarre disturb! correlati al caldo.
Bere molt! liquid!, ma evitare bevande con caffeina,
alcool o notevoli quantita di zucchero che potrebbero
provocare la disidratazione. Se un medico avesse
imposto di limitare I'ingestione di liquid!, chiedere
quanta bere quando fa molto caldo.
Bere acqua pulita. Per limitare I'esposizione al
piombo nell'acqua lasciar scorrere I'acqua fredda per
almeno 30 second!, ancora meglio se 2 o 3 minuti,
prima di berla. Per chi e collegato all'acquedotto
comunale e vive in abitazioni piu vecchie con
tubazioni in piombo potrebbe essere utile eseguire
prove special!  per determinare I'eventuale presenza di
piombo nell'acqua. Gli utenti di acquedotti comunali
dovrebbero per prima cosa richiedere informazioni
alia propria azienda municipale relativamente ai
risultati delle prove obbligatorie, imposte dal governo
federale, sui livelli di  piombo e rame, soprattutto in
case nella stessa zona della propria abitazione.
Gli standard dell'EPA  relativi all'arsenico esimono gli
acquedotti piccoli con meno di 15 "collegamenti"
annui o che servono  meno di 25 persone. Gli
utenti di un  acquedotto  o pozzo privato, che opera
in regime di esenzione dalle analisi, e che vivono
in zone  dove sono stati segnalati livelli elevati di
arsenico nelle  acque, potrebbero voler scegliere di
farsi analizzare I'acqua.
La migliore fonte di informazioni specifiche sull'acqua
potabile e il proprio fornitore. I fornitori che servono
gli stessi client! tutto  I'anno sono obbligati ad inviare
ogni anno un  rapporto sulla qualita dell'acqua (alle
volte chiamato rapporto di fiducia del consumatore).
Rivolgersi al proprio fornitore per  richiederne una
copia.
I

I

I

I

I

I

I

I

I

I

I





I


-------
  di qualita dell'aria (AQI - Air Quality Index) dell'EPA e
  un indice utilizzato per comunicare la qualita dell'aria
  su base giornaliera. Vedere www.airnow.gov

 Promuovere le opzioni di trasporto pubblico per
  ridurre il traffico e I'inquinamento atmosferico.
  I  mezzi di trasporto pubblici sono il modo migliore
  per alleviare i problem! di circolazione del traffico,
  inquinamento e stress.

 Collocare parchi, percorsi per biciclette e sentieri
  lontano dalle strade principal!. L'attivita fisica e uno
  dei migliori rimedi contro i rischi di cardiopatia e ictus.
  Fare esercizio fisico lontano da strade e inquinamento
  dovuto al traffico.

Controllare  i fattori di rischio piu important!
per cardiopatia e ictus

L'ambiente e solo uno dei fattori che influiscono sulla
suscettibilita individuale alia cardiopatia ed all'ictus. Qui
di seguito sono elencati alcuni  dei pass! piu important! da
intraprendere per ridurre i fattori di rischio di cardiopatia
ed ictus:

 Evitare il fumo di tabacco

 Pianificare 30 minuti al giorno, almeno 5 giorni la
  settimana, da dedicare aN'attivita fisica regolare

 Seguire le direttive dietetiche per gli americani del
  2005 (2005  Dietary Guidelines for Americans)

 Visitare regolarmente il proprio medico per farsi
  misurare la pressione ed eventualmente trattare
  I'ipertensione, il diabete, I'iperlipidemia (livello elevato
  di lipidi nel sangue)

Risorse addizionali

Environmental Protection Agency (EPA) Air Quality Index
(Indice qualita aria): www.airnow.gov
Arsenico: www.epa.gov/safewater/arsenic.html
Indoor Air Quality (Qualita dell'aria in ambient! chiusi):
www.epa.gov/iaq/
Piombo: www.epa.gov/lead
Tinteggiatura: www.epa.gov/iaq/homes/hip-painting.
html
Pesticidi: www.epa.gov/pesticides/
Case senza fumo: www.epa.gov/smokefree/
Centers for Disease  Congictrol and Prevention (Centri
per il controllo e la prevenzione delle malattie), salute
cardiovascolare: www.cdc.gov/cvh/
Linee guida per I'esercizio fisico:
http://www.cdc.gov/nccdphp/dnpa/physical/
recommendations/older adults.htm
Dietary Guidelines for Americans (Direttive dietetiche per
gli americani) www.health.gov/dietaryguidelines/
Federal Emergency Management Administration (Ente
federale per la gestione delle emergenze)
www.fema.gov/hazards/extremeheat/heat.shtm
National Weather Service (Servizio meteorologico
nazionale): http://www.nws.noaa.gov/om/brochures/
heat wave.shtml
American Heart Association (Associazione americana per
il cuore) www.americanheart.org/
Health Effects Institute (Istituto per gli effetti sulla  salute)
www.healtheffects.org/about.htm

Per saperne di piu

Iniziative Per Gli Anziani (iniziativa per I'invecchiamento)
dell'EPA (ente americano per la protezione dell'ambiente)
e impegnata a proteggere la salute degli anziani tramite il
coordinamento della ricerca, delle strategie preventive e
della pubblica  istruzione relativi ai fattori ambientali. Per
ulterior! informazioni o per iscriversi alia lista (listserve)
dell'iniziativa per I'invecchiamento dell'EPA visitare il sito:
www.epa.gov/aging. Gli anziani possono migliorare la
propria salute e qualita di vita rendendosi consapevoli dei
fattori ambientali che contribuiscono alle cardiopatie ed
all'ictus e controllando i principal! fattori di rischio non
ambientali.

Note a pie di pagina

1  U.S. Environmental Protection Agency. Air Quality
Guide for Particle Pollution. http://www.epa.gOv/airnow//
aqi_cl.pdf
2  U.S. Environmental Protection Agency. Regulation and
Management of Pesticide Poisonings.  1999. http://www.
epa.gov/pesticides/safety/healthcare/handbook/lndexl.
pdf
3  U.S. Environmental Protection Agency. Air Quality
Criteria for Carbon Monoxide,  EPA 600-P-99-001 F.
Research Triangle Park, NC: U.S. Environmental Protection
Agency, Office  Research and Development, National
Center for Environmental Assessment. Giugno 2000.
4  Peters, A., S. von Klot, M. Heier, I. Trentinaglia, H. Ines,
A. Hormann, H.E. Erich, H. Lowel. "Exposure to Traffic and
the Onset of Myocardial Infarction." The New England
Journal of Medicine. 21  Ottobre 2004. 351 (17): 1721-30.
Italian translation of: Environmental Hazards Weigh
Heavy on the Heart

Publication Number EPA 100-F-07-032
                                                                      Protecting tin- Health
                                                                       oj Older Americans

-------